Il futuro è luminoso

Oggi trovi pensatori, con il loro seguito di sostenitori, che vedono il futuro come un luogo nefasto. Cambiamenti climatici, mancanza di cibo e acqua, malattia… temono l’indigenza globale e vogliono avvertire l’umanità del fatto che tra poco moriremo tutti, o che vivremo malissimo.

In certi casi, pensatori e sostenitori (anche persone apparentemente colte) sono succubi della loro negatività, di cui non si rendono conto o che hanno conosciuto solo in parte. Continuano a proiettare fuori di loro stessi l’ombra grigia di un antico malessere mai veramente superato. Costruiscono teorie apparentemente “scientifiche” a supporto della loro visione, non accorgendosi di avere pensieri annebbiati da emozioni negative. Bastano 10 minuti per smontare le loro teorie pezzo per pezzo, tenendo conto di tutti i fattori e soprattutto delle possibilità tecnologiche esistenti.
In altri casi, si tratta di venditori con una strategia. Vogliono vendere il loro prodotto e screditano i prodotti degli altri.

Basterebbe vedere che nel corso della storia questi personaggi ci sono sempre stati per capire che si tratta di un fatto antropologico. Ci saranno sempre.
Il brutto di questa faccenda è che alcuni, non avendo conoscenze per argomentare, finiscono per credere alle loro prospettive nefaste.
Vivono in una continua paura del futuro e limitano la loro vita nel presente, intrappolando le loro energie.

Non c’è nessun motivo valido per preoccuparsi davvero del futuro. L’umanità sta affrontando le prossime sfide (come lotta allo spreco e produzione di energia pulita) e le tecnologie sono già pronte, bisognerà solo aspettare che maturino industrialmente. Sono già pronte.

E soprattutto: c’è una tale abbondanza di energia pulita da fare impressione! Con l’energia pulita si può fare tutto, sostenibilmente, senza inquinare, e ce n’é gratis dappertutto, in quantità enormemente superiori a quello di cui abbiamo bisogno.
In una sola giornata arriva tanta di quella energia dal Sole, sulla Terra, che basterebbe all’umanità per 100 anni, soddisfacendo le necessità di tutti.
Ogni essere umano può avere una vita comoda e serena, anche se fossimo 20 miliardi. Già oggi produciamo cibo per 12 miliardi di persone e ne sprechiamo quasi metà.

Questo messaggio lo scrivo soprattutto per i giovani miei coetanei, che vedo spesso intrappolati in un insieme di pensieri che gli impediscono di realizzarsi.
Smettetela di preoccuparvi del futuro e tornate ad avere fiducia. Lasciamo la negatività alle persone negative, anche se non se ne accorgono.

This entry was posted in pensieri. Bookmark the permalink.

Comments are closed.