Il vestito giusto

Molti studenti, quando vengono a lezione o studiano per conto proprio, non sanno che bisogna prima fermarsi e lasciare fuori di sé il fardello delle faccende quotidiane. Ne conseguono distrazione, stanchezza ed errori di ragionamento. Ore di studio buttate al vento.

La vita è già piena di suo e offre alla mente ogni sorta di intrattenimento. Pensiamo alle cose da fare (dall’oggi ai prossimi 100 anni) e a quelle che abbiamo fatto. Ai desideri da realizzare e ai rimpianti di ciò che ancora non abbiamo realizzato, o che mai realizzeremo. Alle nostre preoccupazioni. A quello che pensano o fanno i nostri amici, partners, familiari. A quello che accade in società e nel mondo.

Buona parte di questi pensieri non sono necessari, e una parte è addirittura nociva per la nostra vita. Rappresentano lo spreco della nostra preziosa energia.

E allora?

Così come non andremmo ad un matrimonio senza il vestito adatto o al mare senza il costume da bagno, allo stesso modo bisogna indossare gli indumenti giusti prima di avvicinarsi allo studio.

Questi indumenti sono vestiti della mente: la serenità, che ci aiuta a ragionare lucidamente; la concentrazione, per orientare tutte le proprie energie verso l’oggetto di studio; la perseveranza, per superare gli ostacoli che inevitabilmente si incontreranno.

Perciò:

Prima di iniziare a studiare, siediti e rilassati, per tutto il tempo necessario. Se non ci riesci, vai in cerca delle cause e risolvi i problemi che ci sono a monte di tutto questo. Puoi sempre risolvere i tuoi problemi, con il tuo impegno personale.

Cerca il vestito giusto, e indossalo, prima di andare alla festa.

(tratto dalla mia pagina Facebook)

This entry was posted in pensieri. Bookmark the permalink.

Comments are closed.