Ricetta per una religione

Ingredienti per miliardi di persone:

  • Una risposta credibile alle domande:
    1) “chi siamo?”
    2) “da dove veniamo?”
    3) “dove andiamo?”
  • Un set di regole per vivere, tali che gli esseri umani:
    1) siano stimolati alla pazienza e alla cooperazione
    2) si impegnino a costruire
    3) cerchino l’equilibrio e la serenità
    4) si allontanino dai pericoli provenienti dal mondo e da se stessi
  • Un set di motivi per sopportare e, quando possibile, superare le sofferenze
  • Una struttura gerarchica
  • Un set di motivi per mantenere viva la religione, in particolare:
    1) alcuni motivi per non uscirne
    2) alcuni motivi per insegnarla agli altri
    3) alcuni motivi per diffidare da chi non vi appartiene

Tempo di preparazione: alcuni secoli.

Procedimento:

Trovare un piccolo numero di persone disposte a credere a tutto quello contenuto negli ingredienti.
Assicurarsi che abbiano capito e che siano motivati a proseguire.
Per sicurezza, spaventarli un pò: la paura fungerà da addensante. Per ottenere un risultato più sicuro, far coincidere queste paure con le paure tipiche dell’infanzia, sostituendo mamma e papà con l’entità principale della religione che si vuole creare, ad esempio:

- mamma e papà non mi ameranno se non mi comporterò nel modo x;
- mamma e papà mi puniranno o mi abbandoneranno se faccio y;
- siccome ho fatto z e w, quando tornerò a casa mi aspetta una punizione;
- ecc..

Cuocere il tutto per mezzo di storielle semplici e agevolarne la trasmissione.

This entry was posted in pensieri. Bookmark the permalink.

Comments are closed.