Balletto imperfetto

L’hai vista la rabbia
negli occhi
di un uomo che grida?

Il bruciore nel petto,
ch’è retto dal rancore
o la spinta della morte
alle porte della vita:
l’hai sentita?

Il mondo danza,
sotto mille qualità
ma sola sempre avanza
un’Unica realtà
senza veli, né distanza.

L’hai percepito il suono celeste
nella voce
del cantante preferito?

L’esempio da maestro
dell’estro di un campione,
la fragranza che la rosa
sposa fiera, lenta e grata:
l’hai apprezzata?

Il mondo scorre,
sotto mille alterità
ma il Vero ci rincorre
e a noi non servirà
nè il castello, nè la torre.

Il mondo si colora,
nella sua diversità
ci regala questa storia
ma ce la toglierà
quando il Re dirà: è l’Ora!

This entry was posted in poesie. Bookmark the permalink.

Comments are closed.